vitamina c

Quali sono gli integratori più popolari e a cosa servono

Gli integratori vitaminici e alimentari sono considerati utili per chi fa l’attività sportiva e – a livello medico – necessari quando il dottore rilevi una carenza tale da mettere in difficoltà l’organismo. Si parla oggi di vera e propria moda riguardante l’uso e l’abuso degli integratori. Ma quali sono utili per davvero? Ecco una breve rassegna di quelli generalmente più assunti e consigliati. Fermo restando che l’uso è consigliato solo dietro consiglio medico e per specifici bisogni (ad esempio per migliorare o coadiuvare l’allenamento o la prestazione sportiva, come suggerisce correttamente il sito www.filippo-ongaro.com).

Il calcio

Il calcio e magnesio in alte dosi tendono ad entrare in competizione, ma sono entrambi consigliati per la salute delle ossa. Il calcio è consigliato come integrazione negli anziani, per aiutarli a ricostituire la densità ossea, compromessa da problemi come l’osteoporosi. Viene spesso assunto sotto forma di calcio citrato e Vitamina d3 (calciferolo), associato a magnesio e vitamina k2.

il ferro

Il ferro è un elemento pesante, molto comune in natura, essenziale per la nostra vita. Troppo calcio può compromettere l’assorbimento del ferro. Per cui è meglio assumerlo a stomaco vuoto, sempre che non ci siano particolari sensibilità gastriche, al mattino. Meglio se bevuto con un succo d’arancia, non con il latte perché la presenza del calcio può inibirne l’assorbimento (la vitamina C lo migliora).

Bere comunque molta acqua. Il ferro viene prescritto per chi è in stato di debolezza. Migliora l’ossigenazione dei tessuti.

VITAMINA D

La vitamina d è liposolubile, questo vuol dire che va assunto assieme a dei grassi acidi o mangiando cibi che contengono grassi, come olio di oliva extravergine. Uno studio ha dimostrato che assunta durante il pranzo, l’assorbimento migliora del 50% in associazione con i grassi. La vitamina D viene prodotta grazie all’assorbimento dei raggi solari, per cui è facile averne carenza, se non ci si espone molto al sole. Va presa in associazione con la vitamina k2 per permettere il deposito del calcio nelle ossa.

gruppo vitamine b

Le vitamine di tipo B fanno parte di un complesso indispensabile per il corpo umano e sono spesso presenti nei multivitaminici. A differenza della vitamina D che è liposolubile e quindi utilizzata quando c’è veramente bisogno, la vitamina B è idrosolubile, per cui non può essere conservata nell’organismo. Le vitamine più note sono la tiamina, la riboflavina, la niacina, l’acido pantotenico, la biotina, l’acido folico e la cobalamina, oltre alla B6.

vitamina c

La vitamina C è famosa come la vitamina dell’influenza, nel senso che le viene riconosciuto un alto potere energetico. In effetti, quando viene associata agli integratori sportivi, ne migliora l’assorbimento. È idrosolubile e si può consumare con i pasti, in due dosi al giorno, non superando idealmente i 1000 mg complessivi. Nei multivitaminici sono presenti concentrazioni molto basse.

probiotici

I probiotici aiutano la digestione e vanno assunti quando gli enzimi responsabili della digestione hanno valori bassi, cioè a stomaco vuoto. Alcune ricerche suggeriscono che è meglio prenderli a stomaco pieno, in ogni caso è bene prenderli se nella dieta mancano alimenti tradizionali ricchi di fermenti lattici vivi, che prima erano molto diffusi. Si trovano in formato bustine in ogni farmacia.

Foto di pixel2013 da Pixabay

About the author

Edoardo

View all posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.