Lavoro

Lavoro: i settori meglio pagati del nostro Paese

Il lavoro è un tema sempre molto delicato in Italia, che da 20 anni ormai conosce un’economia stagnante e che soprattutto dal sopraggiungere nel 2008 della disastrosa crisi economica mondiale ha visto la disoccupazione, specie quella giovanile, crescere a livelli esorbitanti, oltre a cassa integrazione, lavori sottopagati o addirittura non pagati. Ma allo stato attuale, quindi, nel lavoro quali sono le professioni meglio pagate?

L’Affiliate Manager

Un lavoro molto ben pagato è quello dell’Affiliate Manager, una figura a 360° che si occupa di gestire e coordinare gli affiliati, gestendo i loro siti e i loro database. Il suo scopo, nel lavoro, è quello di programmare, dopo averle anche organizzate, le campagne pubblicitarie in ambito SEO, SEM, Direct E-Mail Marketing, Campagne Video, e Native.

Tra gli affiliati e l’Affiliate Manager c’è quindi un rapporto commerciale, basato sulla remunerazione dei risultati ottenuti e ovviamente sul recupero e il guadagno degli investimenti. Per meglio dire, la sua retribuzione annua lorda è di circa 28mila euro all’inizio, che possono arrivare dopo 4 o 5 anni a 55mila euro.

Growth Hacker

Questo lavoro vede un esperto nel settore digitale, abile nell’individuare delle strategie di costo e copywriting convincente, oltre a conoscere tutti i vantaggi derivati da outbound e inbound marketing.

Tra le competenze in questo lavoro rientra anche quella di designer, che deve capire tutte le logiche dell’esperienza acquisto. Il Growth Hacker analizza il mercato in modo da unire diversi canali, gestendo le pubblicità e programmando l’automazione.

Lo stipendio (sempre annuo lordo) inizia da 27mila euro e arriva a circa 50 se non 60mila.

Javascript Engineer

In questo lavoro ci si occupa e della programmazione back and e della programmazione front end, sfruttando il linguaggio Javascript. Ma non solo, questa figura si occupa anche di grafica in linguaggio CSS e HTML e di usabilità e ha competenze su database relazionali e sistemi di versionamento.

Lo stipendio parte da 30mila euro e arriva in 5 anni a 60mila.

Addetto alla dogana (con patente doganale)

Questo lavoro ha lo scopo di monitorare i trasporti via mare e via terra, di gestire le contrattazioni con i vettori di spedizione e di organizzare tutto per quanto riguarda la burocrazia collegata. Per questo è fondamentale che tale figura conosca al meglio la normativa fiscale dei vari Paesi in cui opera.

La sua retribuzione iniziale varia tra i 18 e i 23mila euro, mentre dopo 3 anni arriva a 30mila.

Export Manager

Il lavoro dell’Export Manager consiste nel gestire i clienti dell’azienda, attuando una concreta politica commerciale rivolta al mercato estero per concretizzare tutte le linee guida stabilite nei vertici aziendali.

È quindi una figura manageriale, che gestisce sia risorse che personale. Il suo stipendio è quindi particolarmente elevato: all’inizio si parte da 25mila euro, dopo 36 mesi si può già arrivare a 35mila e dopo tre anni il compenso annuo è dai 37mila in su.

Responsabile vendite

Il nome di questo lavoro dice già tutto: il Responsabile Vendite gestisce i clienti di un dato territorio, e ne cerca nuovi. Inoltre mette in atto tutte le politiche commerciali stabilite dall’azienda. Il suo stipendio parte da 20-27 mila euro, e nel medio periodo supera i 35mila euro.

About the author

Michelle

View all posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.