Visto per la Russia: costi e tempi di ottenimento

Il costo per ottenere il visto

Il prezzo per la richiesta del visto si può dividere in due parti; una prima parte comprende le tasse consolari, che si aggirano ai 35 euro per un visto tradizionale, emesso in circa dieci giorni dal momento in cui la documentazione viene consegnata. 70 euro è invece il prezzo richiesto per un visto richiesto in modo urgente; in questo caso il documento viene emesso in un paio di giorni.

Oltre a questo costo è necessario aggiungere quello della lettera d’invito, che conferma l’accoglienza del turista, di circa 15 euro. Se invece il visto viene emesso per motivi di lavoro, la lettera d’invito emessa direttamente dall’azienda viene stilata a titolo gratuito.

I tempi per la richiesta del visto

Come sempre, quando si tratta della richiesta dei documenti e di questioni burocratiche, il tempo è l’alleato più prezioso. Muoversi in anticipo è quindi necessario per evitare che insorgano problemi che possano invalidare in qualche modo la vostra partenza. In linea di massima, diciamo che due mesi d’anticipo sono il tempo minimo necessario entro il quale muoversi.

Se il passaporto è già disponibile, e soprattutto se è ancora valido, non dovrebbero esserci particolari problemi per il rilascio del visto, che dovrebbe avvenire in due settimane, ma quando si tratta di partenze e prenotazioni è sempre bene non rischiare.

I passi per richiedere il visto

Condizione necessaria per richiedere e ricevere il visto è quella di possedere un passaporto. Il documento deve avere una validità minima di sei mesi dalla data della fine del viaggio. È indispensabili, inoltre, che il passaporto disponga di almeno due pagine bianche contigue. Il visto andrà incollato al passaporto.

Il visto dovrà indicare con esattezza la data in cui entrerete nel paese e quella di uscita. Questo si traduce automaticamente in una certezza: bisogna richiedere il visto solo e quando si conoscono con esattezza le date di arrivo e quelle di partenza. Questo non si traduce automaticamente nel fatto che è necessario comprare i biglietti prima di richiedere il visto; è indispensabile, però, valutare due aspetti importanti:

• Se si richiede il visto prima di comprare i biglietti aerei è possibile che si non si trovi posto per le date scelte, oppure si trovano dei biglietti che però sono troppo costosi rispetto alle proprie possibilità.
• Se si comprano i biglietti e poi si chiede il visto può succedere invece che, per diverse ragioni, il visto non venga concesso. In questo caso, i soldi dei voli andrebbero persi.

Chiariti questi punti, è necessario poi a pensare al proprio itinerario turistico o lavorativo; nel visto è infatti indispensabile dichiarare quali saranno le città che verranno visitate, anche se sono previsti due o più passaggi. La pratica più diffusa è quella che prevede di dichiarare un’entrata sola, ma non è escluso che nell’itinerario di viaggio sia prevista l’uscita dalla Russia, per visitare per esempio un’altra città d’Europa, e poi un rientro verso un’altra città ancora della Russia.

Si può anche richiedere un visto che comprenda un periodo di tempo maggiore di quello effettivamente previsto; quello che conta è che la data di entrata e di uscita dal paese sia compresa in questo periodo di tempo. Ricordate anche che, per ottenere la lettera d’invito, è indispensabile conoscere con esattezza, e con anticipo, quali sono gli alberghi e le strutture presso le quali alloggerete.

About the author

Michelle

View all posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *