La brexit e gli italiani a Londra

La Brexit e gli italiani a Londra

Sono circa mezzo milione gli italiani che vivono a Londra e nel resto del Regno Unito, la più grande comunità di italiani all’estero. Finora si sentivano come a casa, grazie ad un passaporto comunitario che gli consentiva di spostarsi e di lavorare senza troppi grattacapi, come succede anche negli altri 27 stati membri dell’Unione Europea. Tuttavia, dopo la Brexit qualcosa è cambiato o sta per cambiare nei prossimi mesi. Dopo il voto per uscire dall’Europa, gli italiani si sono letteralmente svegliati gridando “Oh No!”. Questo perché pensando al lavoro ottenuto nella City, alla casa che stavano acquistando, al futuro dei loro figli nati e cresciuti a Londra, si sono chiesti “che fine faremo?”. In realtà, ancora nessuno lo sa con certezza, tuttavia, alcune previsioni sono già state fatte e durante la campagna referendaria erano stati ampiamente spiegati i motivi per cui molto probabilmente conveniva il “Remain” per tutti gli emigranti.

Quelli che sono già a Londra

Chi paga le tasse da oltre 5 anni, può richiedere sia la cittadinanza che il permesso di residenza. Molti lo hanno già fatto, ottenendo la cittadinanza doppia, quella inglese e quella italiana, mentre altri lo faranno da qui a breve, come consente la legge, ingolfando il sistema burocratico inglese. Il procedimento, inoltre, non è così semplice come si potrebbe pensare e nemmeno molto economico. Il tutto richiede circa 1.000 sterline e quasi un anno di tempo. Per fortuna, internet offre un’ampia gamma di servizi per tutti gli italiani a Londra e non, che vogliono ricevere maggiori informazioni sul da farsi. Club Bella Italia (www.clubbellaitalia.com) è proprio uno di questi, il cui scopo principale è quello di mettere in comunicazione tra loro i residenti a Londra e le community di ragazzi che desiderano trasferirsi nella sovraffollata City inglese. Qui si possono mettere in contatto piccole, medie e grandi aziende, non solo per sviluppare nuove idee di collaborazione e progetti lavorativi, ma anche per facilitare l’integrazione di famiglie, lavoratori e studenti italiani.

Quelli che a Londra non ci sono ancora arrivati

Per tutti coloro che nonostante la Brexit, desiderano ancora migrare oltre manica, in futuro le cose si faranno più complicate. Moltissimi ragazzi italiani non potranno più recarsi nel paese che ha dato i natale a Shakespeare, per trovare una sistemazione e un lavoro. Questo perché il lavoro sarà necessario trovarlo ancora prima di partire e se questo non è facile da ottenere una volta a Londra, figuriamoci a distanza. Anche fare il Free Lance nel Regno Unito diventerà più difficile. Per questo motivo la nascita e la crescita di community di italiani come Club Bella Italia è molto importante. Purtroppo, siamo certi che molti rinunceranno al sogno inglese dopo gli ultimi avvenimenti, scegliendo al posto di Londra mete europee più facili da raggiungere. Magari, volendo restare in un paese che parla inglese, potrebbero recarsi in Scozia, se questa dovesse abbandonare, come pare, il Regno Unito e restare in Europa. Ma si tratta sempre di una situazione “in divenire”, che va soltanto monitorata giorno dopo giorno.

About the author

Michelle

View all posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *