i succhi di frutta fanno bene?

I succhi di frutta fanno bene?

 

Col nome di succo di frutta si indica sia il prodotto naturale ottenuto dalla spremi-tura di frutta fresca, sana e matura, sia il prodotto ricavato, su scala industriale, secondo determinati principi di lavorazione, dall’unione di polpa e succo, in date percentuali (anche quest’ultimo è messo in vendita con la denominazione di « succo di frutta »).

Principi di fabbricazione dei succhi di frutta

Per la produzione dei succhi di frutta, su scala industriale, dopo una prima scelta che scarta i frutti sospetti, si procede ad una cernita della grandezza e ad un accurato lavaggio per eliminare fermentazioni e muffe aderenti alla buccia. I frutti cosí scelti, lavati e risciacquati sono pronti per l’estrazione, la cui tecnica varia secondo la specie. Una volta che il frutto è stato ridotto in polpa, interviene la pastorizzazione che condiziona la fermentazione con l’inattivazione di alcuni enzimi e la distruzione di tutti i germi: i succhi, cosí resi limpidi sono completamente sterilizzati. Come antisettico vengono impiegati l’acido citrico o l’acido tartarico o l’anidride solforosa e, in seguito, l’acido ascorbico che evita l’ossidazione. I recipienti sono generalmente di vetro, che ha il vantaggio di essere inattaccabile e lasciar vedere il succo.

Valore alimentare

I succhi di frutta conservano una composizione assai simile ai frutti da cui sono ricavati. In genere sono particolarmente ricchi di glicidi, sotto forma di zuccheri particolari (levulosio e glucosio), rapidamente e direttamente assimilabili dall’organismo e di grande valore energetico. Contengono poi alcuni minerali come calcio, magnesio, manganese e vitamine: C, A, B.

Valore dietetico

Per l’alto contenuto vitaminico ed energetico i succhi di frutta sono indicati in alcune situazioni fisiologiche come la gravidanza, l’allattamento, lo svezzamento, la pubertà. Per la loro digeribilità sono, inoltre, un alimento consigliabile alle persone anziane. Infine esercitano una benefica azione: sulle funzioni digestive, come stimolanti (succo di ananas); contro la diarrea (succo di mela o di limone); nelle dispepsie (succo d’uva); contro la stitichezza (succo di prugna); su alcuni disturbi funzionali del fegato e dei reni; sulla circolazione sanguigna e nelle malattie della pelle.

I SUCCHI DI FRUTTA

I succhi di frutta, per II loro contenuto vitaminico ed energetico e per la loro digeribilità, sono particolarmente indicati nelle diete dei bambini, dei convalescenti e delle persone anziane
che per i succhi di frutta acidi che sono sconsigliabili nei casi di ulcera gastroduodenale. Riguardo ai recipienti, essi sono di vetro o in metallo (sterilizzati con vapore). Il vetro ha il vantaggio di essere inattaccabile e di lasciar vedere il succo, ma la trasparenza può nuocere alla qualità del prodotto per alterazione fotochimica dopo un certo tempo di esposizione alla luce. Con il metallo non si ha nessun inconveniente da quando lo stagno all’interno della scatola, prima attaccato dai succhi acidi, è stato sostituito da vernici a base di resine sintetiche. Infine, tutte le operazioni di riempimento dei recipienti e chiusura sono realizzate per mezzo di moderne apparecchiature che assicurano la completa igienicità del prodotto.

About the author

Michelle

View all posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *