I consigli giusti per mantenersi in forma

Per tenersi in forma bisogna adottare uno stile di vita che coniughi l’esercizio fisico con un regime alimentare corretto. La simbiosi tra questi due elementi porta al raggiungimento di risultati che sembravano irraggiungibili. Ovviamente si potrebbe fare una lista di esercizi fisici adatti e di alimenti più sani di altri, ma partiamo con lo sfatare alcuni miti che aiutano a capire perché si fallisce con le diete e con gli allenamenti.

Se l’obiettivo è raggiungere risultati sportivi o diminuire di peso in modo drastico, passando da uno stato di obesità a uno di forma fisica adeguata allora è il caso di sentire un nutrizionista, un personal trainer e associare le due cose. Palestra e dieta aiutano, se seguiti da personale medico preparato.

Se invece si vuole perdere qualche chilo, ecco alcuni concetti base:

  • Fa ingrassare più lo zucchero dei grassi. Dovendo punire l’abuso degli zuccheri o del grasso, meglio punire il primo. Fate un semplice esperimento: continuate con la dieta attuale, ma eliminate gradatamente gli zuccheri semplici che si trovano nei dolci, nelle bevande, nel cibo confezionato anche sotto forma di sciroppo. Noterete che come primo effetto inizierete a dimagrire, soprattutto sui fianchi e sul giro vita. I grassi saturi sono nutrienti importanti, ma il loro abuso è legato agli eccessi di colesterolo nel sangue che comporta l’aumento delle possibilità di contrarre una malattia cardiovascolare, in particolare gli ictus e gli infarti. Gli acidi grassi monoinsaturi come quelli contenuti nell’olio extravergine di oliva però fanno bene e si conoscono le proprietà salutari degli acidi grassi omega-tre e omega-sei. Una dieta corretta bilancia i grassi, moderando i cibi fritti, le carni rosse, i latticini, le uova, gli insaccati e tutti quei cibi con alta quantità di zuccheri, dato che lo zucchero in eccesso non consumato viene convertito in riserve di grassi. 

Gli zuccheri semplici vanno ridotti o quasi del tutto eliminati. Vanno bene se si fa una vita dispendiosa dal punto di vista fisico e sono deleteri per chi fa una vita sedentaria.
  • Altro punto: non si dimagrisce localmente. Se volete il six-pack agli addominali non serve a nulla fare esercizi addominali. La perdita di grasso non equivale alla crescita (ipertrofia) dei muscoli. Se avete la pancia e vi esercitate agli addominali, prima che affiorino dovrete eliminare il corposo strato di grasso addominale e viscerale, il più pericoloso per gli uomini. Non si dimagrisce localmente: l’organismo quando ha bisogno di energia lo prende dalle sue riserve che sono stipate un po’ ovunque. Chi perde peso, perde massa grassa ovunque, nel viso, nelle gambe, nel collo, nel fondoschiena e naturalmente nella pancia. Qui la perdita è più sensibile, ma più difficile da mantenere per chi fa vita sedentaria.
  • Un’alimentazione bilanciata non deve solo tenere conto del deficit di calorie, fondamentale per avviare il processo di dimagrimento. Il nostro corpo spende un tot di calorie per il metabolismo basale, cioè per tenersi vivo alimentando il cervello, i muscoli e gli altri organi. Tuttavia mangiare 300 calorie di pane e nutella non è la stessa cosa che mangiare 300 grammi di un’insalata di verdure miste. Nell’alimentazione bilanciata è meglio limitare gli zuccheri, preferendo i carboidrati complessi come la pasta integrale, il riso e il pane integrale, da non consumare tutti i giorni, ma che sono fondamentali per darci l’energia principale da cui vivere. Vanno tolti gli zuccheri raffinati. Alla carne rossa preferire quella bianca, diminuendo l’incidenza dei salumi e dei formaggi. Le proteine si possono assumere dal pesce e dalle verdure, in particolare dai legumi e dai semi (volgarmente chiamati “frutta secca”) ricchi di grassi sani.

In sostanza non è possibile dimagrire senza fare sacrifici a tavola. La credenza che mangiando meno ci si riduca a uno stato larvale non è vera. E il discorso è soggettivo: chi fa lavori pesanti ha necessità di migliaia di calorie, chi fa vita sedentaria deve limitarsi e aumentare l’esercizio fisico associandolo a un regime alimentare corretto. Noterete dei benefici dal punto di vista fisico e da quello mentale, oltre a migliorare l’umore e lo stress, diminuendo i processi ossidativi causa dei fenomeni di invecchiamento precoce.

About the author

Edoardo

View all posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *