corso per massaggiatori milano

Diventare massaggiatore seguendo un corso

La massoterapia è un metodo di cura di numerosi problemi fisici riguardante la salute dei muscoli del nostro corpo. È un lavoro tipicamente manuale, che rappresenta l’insieme di azioni talvolta anche meccaniche, che si esercitano sulla pelle per mobilizzare in maniera metodica, i tessuti superficiali o profondi principalmente per quattro scopi: il massaggio sportivo, quello terapeutico, l’igienico e il massaggio estetico. Il massaggio non è una tecnica risolutiva, ma di supporto: ha dei limiti ben precisi, e se in alcuni casi esso può apparire come un trattamento completo, esso invece si inserisce nell’insieme di un trattamento chiamato fisiocinesiterapia.

Il ruolo del massaggiatore

I risultati positivi di un ciclo completo di massaggi non dipendono però solo dal giusto approccio al corpo del paziente, dalle sue indicazioni, fondamentali nell’analisi cognitiva del suo sta stato di salute, ovvero dalla corretta esecuzione dei movimenti da parte del massaggiatore, ma soprattutto dipendono dalla creazione di un forte rapporto di fiducia tra il professionista e il paziente. Non è un caso che la storia conosce figure di massaggiatori – soprattutto in ambito sportivo – leggendari legati da un rapporto molto stretto col proprio campione. Questo aspetto della fiducia è fondamentale in quanto la pratica del massaggio è intima, ci si mette letteralmente in mani altrui. Per questo motivo quando si segue un corso per diventare massaggiatore, la prima cosa che si deve imparare è quella di stabilire un ponte, una connessione speciale col paziente, cercando di intuirne le esigenze, facendolo rilassare. Il rilascio dei muscoli è una parte fondamentale perché la pratica funzioni e ci sono pratiche sportive che non possono fare a meno del massaggio, a dimostrazione della sua validità.

I fondamenti della massoterapia

La massoterapia propria detta viene solitamente inserita all’interno di un percorso di recupero cinesiologico, che comprende la rieducazione dei muscoli e delle articolazioni, fino all’acquisizione di un normale tono muscolare, in un individuo che per un qualche motivo è stato costretto all’immobilità parziale o totale. Il massaggio a scopo igienico viene inserito tra quelle pratiche volte a mantenere la pelle e gli annessi tessuti in condizione di normale efficienza, mentre il massaggio estetico, che spesso viene devoluto nelle spa e nei centri di bellezza, è volto a mantenere l’armonia delle linee del corpo, donando alla pelle e ai muscoli elasticità e tono. Quello sportivo è volto principalmente a far riacquisire al corpo mobilità e forza, in vista di un recupero lampo fondamentale durante dei cicli di sforzo ripetuti.

Diventare massaggiatore seguendo un corso

Per diventare massaggiatore serve aver conseguito una qualifica, attraverso l’attestazione di un frequenza di un corso. Ci sono aziende come Diabasi che organizzano corsi per massaggiatori a Milano, come a Roma. La legge divide i fisioterapisti dai massaggiatori: i primi sono dei professionisti abilitati a seguito di un percorso di studi ben definito. I secondi, disponendo della loro abilitazione, possono operare solo in determinate strutture, come ad esempio i centri di bellezza. Il fisioterapista ha acquisito una conoscenza completa, perché deve ripristinare quasi sempre la funzionalità motoria, mentre il massaggiatore deve aiutare il recupero dei muscoli e dei tendini. Questo non significa che diventare massaggiatori sia semplice: i corsi per acquisire nuove tecniche richiedono sempre aggiornamento e una comprensione fondamentale del funzionamento dei muscoli.

About the author

Edoardo

View all posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *