Come lavare la biancheria per la casa

Come lavare la biancheria per la casa

 

La biancheria per casa, una volta acquistata, va curata al meglio per fare in modo che non si rovini. I capi vengono realizzati in modo tale da essere lavati facilmente e senza controindicazioni. Un discorso che vale per la maggior parte dei tessuti e che è bene approfondire. E’ importante, infatti, sapere che bastano dei piccoli accorgimenti per procedere al lavaggio dei capi. Innanzitutto, ogni volta che si acquista qualcosa per la biancheria da casa all’interno dovrebbero esserci le istruzioni relative all’igiene ed al lavaggio. Le istruzioni sono fondamentali perché consentono di conoscere da cosa è composto il tessuto, nonché le finiture e la tipologia di filato.

Il lavaggio delle lenzuola

Lavare le lenzuola è qualcosa di delicato che richiede una grande attenzione. Infatti, il rischio della presenza degli acari nel vostro lenzuolo è sempre dietro l’angolo e per tale ragione bisogna fare molta attenzione, soprattutto nel periodo invernale, alla manutenzione dei tessuti. Quando è necessario lavare le lenzuola, specie quelle nuove, allora il consiglio è di dotarsi di aceto bianco e di sale grosso. Del resto, il primo lavaggio di lenzuola appena comprate è di straordinaria importanza. Se, infatti, qualcosa dovesse andare storto c’è il rischio che il colore delle lenzuola cambi e che il tessuto si rovini. Utilizzando il giusto metodo, però, lavare questo capo della biancheria per la casa dovrebbe essere meno complicato del previsto e raggiungere i risultati sperati.

Il consiglio che possiamo dare per il primo lavaggio delle vostre lenzuola è quello di non fare utilizzo del detersivo ma di optare per alcuni cucchiai di aceto bianco, al massimo quattro, i quali andranno inseriti nel contenitore della lavatrice. L’aceto è in grado di non far scolorire il tessuto delle lenzuola che avete acquistato per la biancheria da casa. Così facendo i colori non tenderanno a sbiadirsi ma dovrebbero resistere più a lungo.

Il primo lavaggio è fondamentale ma occhio anche ai lavaggi successivi. La lavatrice andrà impostata a 60 gradi in caso di biancheria da letto bianca. Per i tessuti colorati la temperatura ideale è di 40 gradi, temperatura che si abbassa a 30 gradi quando si ha a che fare con tessuti piuttosto delicati. Ricordiamo che un metodo del genere può essere efficacemente impiegato non soltanto per il lavaggio delle lenzuola ma anche per gli altri elementi della biancheria da casa, in particolare le tovaglie ed i tovaglioli.

Il lavaggio ad acqua

La biancheria da casa può essere anche lavata ad acqua. Per farlo è possibile seguire alcuni consigli che potrebbero aiutare a raggiungere buoni risultati di lavaggio. Premesso che bisogna, come anticipato anche prima, guardare al tipo di tessuto e di filato e alle istruzioni relative al prodotto acquistato, è bene sottolineare che per un efficace lavaggio ad acqua della biancheria da casa è possibile fare utilizzo del sapone, possibilmente in acqua dolce. Meglio lavorare sulle macchie nel momento in cui sono uscite o, comunque, in un intervallo di tempo non troppo lungo.
Potrebbe essere utile impiegare il perborato al posto del cloro mentre la temperatura dovrebbe essere fissata attorno ai 40 gradi. Sia nei lavaggi ad acqua che a macchina è molto importante risciacquare i tessuti, così da impedire la formazione di nuove macchie.

About the author

Michelle

View all posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *